Alcune informazioni sulla nascita del circolo – Finalità, iscrizione ufficiale, dati tecnici e spirituali

Riparto dalla storia del Circolo vegetariano quando era a Calcata, poiché lì è nato. L’inaugurazione avvenne la sera del 26 aprile 1984, però l’associazione è stata costituita davanti al notaio Giuseppe Togandi di Civita Castellana (nel suo studio di Orte) il 27 marzo 1984 e l’atto fu depositato il 5 aprile. Nello statuto sono menzionate le seguenti finalità:

a) istituire e promuovere nella propria sede, nonché in tutti gli altri spazi che si ritengono opportuni, la divulgazione del vegetarianismo e cure naturali, naturismo, cosmesi biologica, attività artistiche e artigianali di carattere rurale, nonché di pratiche per lo sviluppo spirituale.

b) istituire e promuovere, in tutti gli spazi ritenuti opportuni, feste, spettacoli e giochi all’aperto, passeggiate ecologiche, sperimentazioni di sopravvivenza inluoghi selvaggi, lavoro nei campi ed allevamento bestiame con sistemi biologici.

  1. istituire e promuovere, in tutti gli spazi ritenuti opportuni, simposi naturisti, pratiche yoga, meditazioni collettive, seminari sulla natura e sull’uso armonico delle sue riserve, sessioni di canto rituale.

  2. d) istituire e promuovere nella propria sede, e in tutti i luoghi ritenuti opportuni, una degustazione di alimenti e bevande naturali, nonché promuovere, patrocinare ed organizzare una serie di iniziative idonee alla ricerca e sviluppo di cure per la mente ed il corpo escludendo l’uso di qualsiasi sostanza tossica di natura chimica ed inquinante.

e) Lo scopo dell’associazione è anche quello di dimostrare e divulgare l’importanza di una esistenza armonica nella natura e di amore nel mondo.

Il codice fiscale dell’associazione attribuito dall’ufficio IVA di Viterbo a Paolo D’Arpini, come legale rappresentate, in quanto presidente sine die della stessa, è: 00584850564 – 18 – Categoria associazioni e comitati, in data 2 aprile 1984. La comunicazione dei dati degli enti associativi (mod EAS), relativa al decreto legge del 29 novembre 2008 (n. 185) e successive modificazioni legge 28 gennaio 2009 (n 2) è stata trasmessa dal commercialista abilitato Damiani Marco in data 14 dicembre 2009, come risulta da ricevuta dell’agenzia delle entrate.

 

E qui di seguito, in sintonia con quanto sopra enunciato, menziono i nomi e le qualità degli Avatar del divino maschile ed i nomi e qualità dell’aspetto divino femminile.

 

Incarnazioni di Vishnu:

Pesce – Nascita della vita nel grembo oceanico

Tartaruga – Anfibi

Cinghiale – Comprensione del valore

Metà uomo e metà leone – Rispetto della parola data

Parasurama – Istituzione e rispetto del Dharma

Rama – Attenimento alla giustizia ed al giusto comportamneto

Krishna – Devozione, amore

Buddha – Superamento della sofferenza

Kalki – Inizio / Fine

 

Manifestazioni della Dea Bagavathi, essa è sia Conoscenza (yantra( che Illusione (Maya). Rappresenta sia l’origine che l’estinzione degli esseri.

Kala – Tempo. Dal battito di ciglia allo Yuga

Kula – Ciò che ha forma e colore (forma)

Nama – Ciò che è nominabile (nome)

Jnana – Intelligenza/conoscenza, sia del mutabile che dell’immutabile

Citta – Comprende l’io, la memoria, l’intelletto e tutte le funzioni mentali

Iccha – Desiderio che si evolve in volontà

Krti – Azione, forma attiva della volontà

Bindu – Punto focale, essenza psichica

Kalà – Lettere presenti nei 5 chakra (le chiavi)

Jiva – Anima individuale legata alla materia

 

 

Immagine

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...