“Si avvicina la fine del mondo…?” – Appello a Gesù bambino per il salvataggio della specie umana

“Gesù bambino, tu che prendesti un corpo umano e moristi in croce per salvare l’uomo dal peccato, salvaci ora dagli OGM” – (Saul Arpino)

Oggi vorrei parlare dello snaturamento del patrimonio genetico messo in atto da multinazionali senza scrupoli con l’avallo di politici ed istituzioni. Sto ovviamente parlando dell’immissione delle sementi (ma recentemente anche di animali) OGM che nel tempo si dimostreranno la più perniciosa delle invenzioni dell’uomo.. quella che porterà alla scomparsa della vita conosciuta.

 

Le mutazioni genetiche sono irreversibili ed incontrollabili, una volta che sono state immesse nuove varietà geneticamente modificate tutte le altre piante consimili sono destinate ad imbastardirsi con conseguente “vizio” riproduttivo ed incapacità di offrire una sicura difesa alle malattie e di rispondere in modo adeguato alle variazioni climatiche o ambientali. Gli  OGM sono una bomba ad orologeria che ha già iniziato a scandire il tempo… avvertendoci che il momento della “esplosione” è quasi giunto… 

 

Infatti in natura le mutazione genetiche avvengono spontaneamente e quelle che risultano favorevoli alla sopravvivenza ed allo sviluppo delle specie si mantengono mentre quelle sfavorevoli sono destinate a scomparire. Al contrario le mutazioni genetiche provocate artificialmente dall’uomo sono funzionali a imprimere nelle specie caratteristiche che sono favorevoli agli interessi dell’uomo (degli uomini che ci speculano sopra) e non delle specie in se stesse e dell’ambiente che le ospita. 

 

Forse, forse è ancora possibile bloccare il processo diabolico di imbastardimento e cancellazione della vita a noi conosciuta…. però occorre far presto, prima che sia troppo tardi, occorre disinnescare la bomba, interrompendo l’immissione di nuove specie OGM nell’ambiente ed allo stesso tempo distruggendo tutte le coltivazioni frankenstein presenti nel mondo. 

  

L’Europa  è ancora poco contaminata dalla pestilenza OGM ma alcune lobbyes di untori, foraggiati dalle multinazionali del settore, spingono per infrangere le  difese.. e noi siamo come i due bambini Hans e Gretel che debbono fermare l’incipiente crollo della diga con il loro ditino….

 

E’ evidente che la propagazione degli OGM è subdolamente portata avanti con il finanziamento, la spinta, l’occulto appoggio della grande industria  della morte genetica… che trama nell’ombra. 

La contaminazione del Polline da OGM e, soprattutto, il Trasferimento Genico Orizzontale di parti del DNA transgenico, da una specie all’altra, rappresentano una minaccia per la salute, l’ambiente, le tradizioni agricole dei popoli. Infatti i mali provocati dagli OGM non sorgono solo nelle inevitabili mutazioni e contaminazioni delle specie vegetali. 

La globalizzazione nel settore agricolo, sponsorizziza dalle stesse multinazionali degli OGM,  impone una concorrenza così feroce e tecniche agronomiche e produttive che siano in grado di ridurre sempre più i costi di produzione. Anche in Italia quindi si fa massimamente ricorso ad una agricoltura intensiva e monocolturale, che ha impedito la tipica rotazione agraria ed ha favorito l’insorgenza di malerbe infestanti e parassiti resistenti. Da qui l’uso di veleni. La tecnica degli OGM non fa altro che confermare e consolidare questo tipo di agricoltura intensiva monocolturale, che punta tutto alle rese ettaro, ma ci  toglie i sapori e gli odori tipici dei nostri prodotti agricoli. E le conseguenze di questo imbastardimento saranno vieppiù evidenti se entrerà il vigore il TTIP.

 

Si impone pertanto il Bando internazionale  sugli OGM ed il ritorno ad un’economia basata sulla produzione locale. Questa la richiesta che rivolgo al Padreterno  e vediamo cosa succede….

 

Paolo D’Arpini

Circolo Vegetariano VV.TT.

Via Sacchette, 15/a – Treia

Di questi e simili temi se ne parlerà durante la Tavola Rotonda “Riciclaggio della Memoria” che si tiene a Treia il 31 ottobre 2014: https://circolovegetarianotreia.wordpress.com/2014/09/18/riciclaggio-della-memoria-a-treia-31-ottobre-2014-programma/

 

 

 

…………………….

Articolo  sul TTIP collegato: http://www.circolovegetarianocalcata.it/2014/10/11/ttip-trattato-transatlantico-di-libero-scambio-ennesima-tegola-in-testa-alleconomia-locale/

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...