Treia – Ripristinare le porte?

Porta Valllesacco a Treia

…la cosa che mi piacque di più allorché visitai Treia, la prima volta, nel gennaio 2010, sono state le sue poderose ed intonse mura di cinta, che ancora circondano il paese e lo tengono racchiuso e protetto, almeno nella memoria. Nella storia del borgo, infatti, si narra che mai Treia fu presa dai suoi nemici e questo grazie alle sue mura ed alla capacità di resistenza dei suoi abitanti.

Da quando, nel 2011, son venuto a vivere qui, lasciando quell’altro borgo arroccato che è Calcata, giornalmente faccio il giro delle mura, a mo’ di perlustrazione. Poco più di un anno fa c’è stato un crollo, nelle vicinanze della porta Montana, ed il ripristino va a rilento, come sempre succede in Italia: i crolli sono repentini ma i restauri lentissimi (od inesistenti). Ma perché vi sto raccontando tutto ciò? Durante lo scorso inverno mi sono assentato da Treia per trascorrere le feste di fine anno con Caterina, la mia compagna, che abita in Emilia, al mio ritorno la prima cosa che venni a sapere, nel solito baretto che funge anche da mio ufficio informazioni, che proprio lì da loro c’era stato un furto con scasso. Poi mi sono ricordato di altri furti e rapine (all’ufficio postale, nelle case di campagna, nelle aziende di periferia e persino nelle abitazioni del centro storico) dei mesi precedenti.

E la faccenda continua ininterrotta e senza speranza di soluzione, ho letto in questi giorni di due recentissime spaccate, una nella sede cittadina di Banca Marche ed un’altra in una tabaccheria di Passo Treia. Insomma Treia sembra rivivere momenti che somigliano a quelli della sua fondazione. Durante l’epoca romana la città era stata edificata nella piana, ove ora sorge il monastero francescano del SS Crocifisso, ma in seguito alla caduta di Roma ed all’avanzata di barbari e saraceni, che razziavano il territorio, il centro fu ricostruito sulla collina di Monticolo, in cui tutt’ora insiste, e munito di solide mura. Sarà il caso di richiamare la popolazione sparsa nelle ville e nei sobborghi e ripristinare robuste porte?

Paolo D’Arpini

Torre Onglavina di Treia

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...