…ho un’idea personale… sul futuro del mondo e dell’Italia, senza armi!

Mi scrive Tullia Turazzi: “Ho una mia personale idea sul motivo dell’uccisione in diretta tv della giornalista americana Alison Parker (avvenuta il 26 u.s.). Si interessava e faceva un programma sui bambini scomparsi e abusati. Non serve un’intelligenza cosmica per capire che aveva indagato e toccato qualcuno di potente e pedofilo. La tv mi fa ridere. E i loro killer, capri espiatori, vengono poi subito “suicidati”, e i motivi falsati. Collegate i neuroni cari giornalisti, almeno per 5 minuti, per amor di verità. Shanti Om”….

Questo omicidio plateale mi ricorda molto l’uccisione del presidente Kennedy. Stessa meccanica mafiosa. Ho visto sui giornali del sistema che questo ennesimo fatto di sangue  viene utilizzato per ulteriormente colpevolizzare la vendita delle armi da fuoco ai privati. Ma la cosa sarebbe successa anche con armi da taglio, veleno, bastonate in testa, etc.

So che quello che sto per dire è “politicamente scorretto” ma la campagna contro le armi ai civili negli USA la stanno facendo i poteri forti essenzialmente per “disarmare” il popolo in previsione di una rivolta interna, ormai prevedibilissima.

E’ avvenuta la stessa cosa in Italia con l’abolizione del servizio militare di leva e l’istituzione dei “mercenari” di stato.  In questo modo il popolo rimbambito da droghe, tv, giochetti virtuali, sesso deviato, alcol, vizi consumisti, povertà di spirito, e reso imbelle, non darà più fastidio.

E poi vi pare che ci sia difficoltà a procurarsi armi da fuoco oggi, qui in Italia, per le quali serve un regolare porto d’armi e la denuncia alla questura? Le armi girano liberamente ed illegalmente e  chi le vuole le compra a prezzi inferiori a quelli dell’armaiolo. Come avviene per le sigarette di contrabbando…

Ma l’assioma americano “tutti armati, tutti in pace” andava bene sino ad un po’ di anni fa… ora non più. Ora le armi, anche negli USA (se passa la proposta di legge Obama)  le potranno detenere  solo i “custodi dell’ordine ed i delinquenti”. E’ il famoso gioco delle parti, con scambio delle parti, (come avviene qui in Italia fra black blok e polizie) ma non la gente comune!

In definitiva, per quanto riguarda gli USA, non posso fare proposte, per ovvie ragioni. Però metto in guardia i lettori sulle reali intenzioni e sulle strumentalizzazioni che vengono fatte in merito al “facile” acquisto di armi da fuoco nella società americana.

Per quanto riguarda l’Italia, visto che una legge in tal senso già esiste,  va bene che l’acquisto delle armi sia regolamentato e concesso per ragioni particolari e giustificate. Ma  occorre un maggiore controllo sulla vendita illegale delle armi, e qui entriamo nel discorso delle mafie ed abbiamo visto quanto esse siano attive anche nelle istituzioni… ed inoltre   l’Italia è una delle nazioni che produce il maggior numero di armi  e le esporta ovunque. Anche questa produzione andrebbe limitata.

Una possibile soluzione, per  l’Italia, è una “crescita di coscienza” ed un cambiamento radicale nella gestione dello Stato. In passato avrei detto di essere favorevole ad un governo di sinistra (comunista/verde/radicale) oggi credo che l’unica forza politica un po’ credibile sia il M5S, auspico una  sua ascesa… E poi vediamo cosa succede, se anche i grillini, corrotti dal potere si trasformano in masanielli, oppure se riescono a pulire la baracca…

Certo ho 71 anni e non so se camperò a sufficienza per assistere ad un reale “cambiamento”…

Sursum corda!

Paolo D’Arpini

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...