Treia, 8 dicembre 2015 – Ancora una volta la Sibilla delle Erbe è con noi…

Il mio primo incontro con Sonia Baldoni avvenne a Calcata, forse 10 anni fa, ad una festa di luna piena di luglio. Dopo la consueta passeggiata nella valle del Treja, avevamo predisposto una cerimonia sotto la luna, attorno al fuoco, e lì essa apparve, introdotta dall’amico psicologo Ciro Aurigemma.
Dopo aver mangiato le erbe da noi raccolte, e avendo iniziato il giro di condivisione sulle esperienze karmiche con la luna piena, ecco che Sonia propose di fare un’offerta rituale al fuoco.. e diede ad ognuno di noi una manciatella di erbe e fiori da lei precedentemente mescolati affinché li offrissimo alla fiamma girando intorno al falò. E fu così che iniziai a conoscere anche i riti magici  con le piante.
Fatalità, dopo qualche anno, mi ritrovai a Treia  in visita alla casa della mia compagna Caterina, era il 2010, e pensai subito di organizzarvi un primo evento, un’altra festa della luna piena, e chiamai Sonia a partecipare.
 
Da allora  mi trasferii stabilmente a Treia e lì iniziò una collaborazione più fitta ed intensa fra lei e me.  Organizzammo  la prima cerimonia della vigilia di Ognissanti  in occasione dell’incontro annuale della Rete Bioregionale del 2010, che si tenne nel podere di Lucilla Pavoni (a San Severino Marche), la cerimonia fu ripetuta anche negli anni successivi…  Poi c’era stata anche la prima Festa dei Precursori tenuta a Treia, del maggio 2011, con riti dedicati al mondo femminile ed alla raccolta di rose e bacche di rosa canina, con preparazione di fiori di Bach, che si ripetuta da allora ogni anno e si ripeterà anche  il 25 e 26 aprile del 2016.  Ed ovviamente  non è mancata  la sua presenza ai diversi appuntamenti dell’8 dicembre, festa del femminino per antonomasia.

Ora Sonia, dopo la pubblicazione di un libro su di lei, scritto da Michele Meomartino, viene definita la “Sibilla delle Erbe”. E tale è in verità, avendolo appurato durante le passeggiate erboristiche, per mezzo di semplici cerimonie in cui la “Sibilla” riesce a collegare l’ecologia e l’economia con la magia.
Infatti quello che apprezzo maggiormente, dell’esempio  fornito da Sonia, è la sua spontanea passione per la riscoperta e per la trasmissione dei misteri naturali, quelli che solo le piante sanno conservare e bisbigliare. Le piante indubbiamente sono gli esseri viventi più vicini allo spirito bioregionale  e sono le depositarie del potere magico della vita.

Insomma sembra che con Sonia si siano ormai stabiliti due o tre importanti appuntamenti marchigiani,  in primavera, alla Festa dei Precursori di fine aprile; in estate, con il pellegrinaggio alla Grotta di Santa Sperandia (a metà agosto);   ed uno verso la fine  dell’autunno (per l’8 dicembre). I momenti migliori della natura, quelli in cui essa prorompe in bellezza di colori, fioriture e frutti.

Sonia Baldoni ci accompagnerà  l’8 dicembre 2015, in una passeggiata conoscitiva delle erbe autunnali di Treia, partenza alle ore 10.30,  dalla Fontanella delle Due Cannelle in fondo a Porta Montegrappa. E ci mostrerà poi il suo erbario  alla Fiera delle Eccellenze Bioregionali che si tiene il pomeriggio sotto il mercato coperto di Treia. 
 
Paolo D’Arpini
Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...