Sessualità, fedeltà e libertà – “Se chiedi fedeltà sii tu stesso fedele, se vuoi essere libero lascia la stessa libertà anche al tuo partner…”

“Gli uomini hanno sempre permesso la libertà a se stessi, ma ostacolato quella delle donne; hanno tenuto prigioniere le donne fra le quattro mura di casa; ormai, però quei giorni sono finiti, adesso le donne sono libere tanto quanto lo sei tu e se non vuoi bruciare di gelosia, ci sono solo due maniere: una che tu stesso diventi privo di desiderio, perché dove non c’è desiderio, non può esserci gelosia; oppure, se non vuoi liberarti dal desiderio, concedi all’altro gli stessi diritti che hai tu: abbi coraggio; io vorrei che tu diventassi libero dal desiderio.
Se hai una donna, hai conosciuto tutte le donne e se hai conosciuto un uomo, hai conosciuto tutti gli uomini; le differenze sono solo esteriori e chi ha conosciuto tutte le donne attraverso una sola, comprende di star vivendo inconsciamente. Persino conoscendo innumerevoli donne non potrà conoscerle davvero, non sarà mai possibile, la conoscenza avviene con la consapevolezza e se è inconscio, continuerà ad andar dietro alle donne, mollandole una dopo l’altra.
Certamente brucerà, perché ferisce l’ego dell’uomo; tu credi che sia una cosa del tutto naturale essere interessato alle donne degli altri, che non ci sia nessun problema; diciamo: i maschi, sono maschi; gli uomini hanno creato questo modo di dire, perché pensano che un uomo non sia soddisfatto con soltanto una donna, che un uomo vuole molte donne, ma che invece una donna sia soddisfatta con un uomo solo.  Questi sono i trucchi degli uomini, dire che la donna sia soddisfatta con un solo uomo e quello sei tu! E tu? Come puoi esser soddisfatto con una sola? Sei un uomo! Tu pensi che un uomo dovrebbe avere più libertà…
Tua moglie ha diritto ad avere tanta libertà quanta ne rivendichi per te stesso; e se credi che non sia giusto che tua moglie sia interessata ad altri uomini, allora anche il tuo esser interessato ad altre donne non è giusto. Quello che ti aspetti faccia tua moglie, dovresti praticarlo anche tu, allo stesso modo e solo allora puoi rivendicare dei diritti.”

(Osho, Die O Yogi Die, Talk)

Fonte: Uqbar Love 169

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...