Centro Italia – Il terremoto non da pace. Nuove scosse molto violente la sera del 26 ottobre 2016. Forte apprensione anche a Treia

Terremoto scuote il Centro Italia. Due feriti nelle Marche. Scossa avvertita anche a Roma, L'Aquila e Perugia. Gente in stradaChiesa crollata a Campi di Norcia  per il terremoto del 26 ottobre 2016 (Foto Repubblica

 

La sera del 26 ottobre 2016, verso le 19.15, ero al telefono con Antonello Andreani, di Palazzo Simonelli di Cessapalombo, per accordarci sulla nostra partecipazione al Ciclo della Vita che quest’anno abbiamo organizzato  lì da lui il 31 ottobre ed il 1 novembre. Caterina ed io abbiamo deciso di prenderci una vacanzetta pertanto quella notte ci fermeremo lì al Palazzo.

Mentre prendevo accordi con Antonello ho improvvisamente visto la stufetta, che tenevo accesa nella stanzetta del computer (dove mi trovavo), agitarsi convulsamente mentre all’esterno sentivo un forte rumore come di un grosso cingolato che percorresse la stradina sottostante (proprio dove ha sede il nostro Circolo VV.TT.). Ho pensato “…strano che passi un trattore così grosso a quest’ora, tra l’altro la via Sacchette è pedonale..”.

Ero così nel dubbio quando ho pensato “O forse è un terremoto?”. Ed infatti poi uscendo per la solita passeggiata serale, e per andare a fare qualche fotocopia del volantino del Ciclo della Vita, nella cartoleria di Viviana ho appreso, da lei il fidanzato ed una cliente molto preoccupata, del terremoto che c’era appena stato.

Ho avuto così la conferma del mio precedente sospetto, poi avvalorata allorché mi sono recato alla pizzeria al taglio di Miché per ordinare una bella funghi e mozzarella ed evitarmi la fatica di cuocere le solite mele che mangio a cena. Miché mentre preparava la pizza mi ha detto che anche lui non si era accorto di nulla, aveva solo udito la porta aprirsi mentre stava in laboratorio ma affacciatosi e visto che non c’era nessuno, aveva pensato ad un colpo di vento, subito dopo invece un avventore venuto da Passo Treia gli ha raccontato che c’era stata una forte scossa sismica. Ed infatti per strada c’erano diverse persone che parlottavano impaurite: il barbiere, la tabaccaia, i gestori dell’Hotel, passanti vari, etc.

Anche mentre tornavo a casa con la mia pizza in mano, sotto l’ombrello (perché intanto pioveva), ho individuato altri paesani raccontarsi con inquietudine i fatti. Rientrato in casa mi sono seduto al tavolo per mangiare la pizza finché calda e proprio in quel momento mi ha telefonato Caterina per chiedermi novità sul terremoto.

Aveva ascoltato la notizia al telegiornale nazionale, pare che la scossa sia stata avvertita persino a Roma e quindi era un po’ preoccupata. La prima scossa, di magnitudo 5.4, ha avuto l’epicentro tra Norcia e Visso (Macerata), quindi nella nostra provincia. Chissà se ci sono stati altri danni alle abitazioni già lesionate dal sisma del 24 agosto, spero non nuove vittime. Prego Dio di proteggere l’Italia da tutte le calamità che quest’anno l’affliggono.

Proprio mentre pubblicavo questo articolo alle ore 21.19 c’è stata una successiva scossa fortissima e di lunga durata che ha fatto tremare tutta la casa… Un po’ mi sono preoccupato. 

Paolo D’Arpini

Aggiornamento ore 21.20: altra forte scossa registrata nel Maceratese di grado 6 della scala Richter. Si tratta di una lunghissima lista perché le scosse che si sono registrate nelle ultime ore nell’Italia centrale sono state più di una e hanno provocato molto paura e danni ancora da quantificare. Il terremoto ha avuto l’epicentro in Val Nerina e sarebbe stato calcolato con una potenza del 5,4 di magnitudo. Tra le città più vicine coinvolte ci sono Perugia e Macerata, mentre il centro abitato più vicino all’epicentro è Castelsantangelo sul Nera.


Alcuni crolli in Via Montegrappa a Treia

 

Annunci

2 pensieri su “Centro Italia – Il terremoto non da pace. Nuove scosse molto violente la sera del 26 ottobre 2016. Forte apprensione anche a Treia

  1. Caro Paolo, ti auguri che Dio protegga l’Italia, martoriata com’è, di questi tempi, da calamità naturali (terremoti) e umane (immigrazioni). Io non credo che la tua speranza sarà ascoltata, perché vorrebbe dire che Dio prende parte alle nostre beghe terrene, cosa che non credo perché altrimenti sarebbe parziale e non impersonale, quindi non Dio), essendo noi gli ospitanti della peggior istituzione mai esistita sulla faccia della Terra, la chiesa cattolica, caposaldo dei Suoi avversari. Anzi, io penso che siamo solo agli inizi. E l’immagine che riporti in testa all’art., la chiesa crollata a seguito di una tutto sommato non così forte scossa sismica, mi fa venire in mente che il Cristo, anni fa, rivelò “…. crolleranno le chiese”. Meditate gente, meditate, diceva Renzo Arbore. Buona notte, Marco

  2. Pingback: Regione Marche – Il terremoto del 26 ottobre 2016 raccontato da Patrizia Cavallo | Circolo Vegetariano VV.TT. Treia

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...