Treia, 14 febbraio 2017 – One Billion Rising = “Rispetto per le donne è uguale a rispetto per la Vita”

Che bella giornata, il  14 febbraio 2017, a Treia un piccolo gruppo
di “coraggiosi” si è ritrovato in Piazza della Repubblica, con
un bel tempo freddo e al seguito la fida Magò. In questa giornata, già
da diversi anni, in diversi luoghi del mondo, si manifesta contro la
violenza sulle donne. Dovrebbero essere principalmente gli uomini a
manifestare, promettendo di rispettare e se necessario, proteggere, ma
noi donne li incoraggiamo e mostriamo di apprezzare la loro presenza.

Questa manifestazione ha un titolo inglese, One Billion Rising, che
proporrò di modificare, per l’anno prossimo, in “Un miliardo
insorgono”… perchè usare l’inglese? Sono convinta che con un titolo
italiano la manifestazione verrebbe capita di più e riscuoterebbe
maggiore partecipazione tra la popolazione locale.
Io, Paolo e Giuseppe Moscatello ci siamo incamminati verso la piazza
per tempo e dopo un po’ di attesa sono arrivati un gruppo di quattro
persone da Ancona, Jesi, Campofilone, due donne e due uomini, con
qualcosa di rosso addosso. Tra di loro spiccava Marina, con una
giacchetta rosso vivo e un bel cappello, da cui spuntava un chioma di
capelli lunghi e fluenti, mesciati e un bel sorriso pieno di calore e
gentilezza. Avendo saputo dell’iniziativa ci aveva telefonato tempo fa
per accordarsi per una loro partecipazione come rappresentanti del
gruppo anti mobbing e stalking della UIL di Ancona.
Poi è arrivata la cara Valeria, fedele come sempre  e a quel punto
abbiamo cominciato a srotolare i nostri cartelli e loro, i loro: una
vera manifestazione!

Qualche passante si è unito a noi: Federico del Bar Il Grottino,
Eraldo (un vecchio amico treiese), un signore di cui abbiamo
approfittato per farci riprendere, Romina dell’AVIS di Treia ed infine
è arrivata anche l’amico Nunzio da Macerata, che, finita la
manifestazione è venuto per un thé a casa nostra a raccontarci dei
suoi progetti culturali, molto interessanti…

Ci siamo intrattenuti un bel po’ nella nostra bella piazza mentre
scendeva l’imbrunire, a parlare, tra l’altro del lavoro di Marina, a
fotografarci o a farci fotografare con i nostri cartelli spianati.

Qualcuno forse si sarà chiesto cosa ci faceva quel gruppo di
pazzarelli al freddo davanti al monumento al papa o davanti alla
fontana. Una piccola manifestazione per riflettere sulla violenza
sulle donne e portare una piccola luce in questo mondo sempre più
abbrutito, dove il rispetto per “l’altra metà del cielo” va riscoperto
da tutti perché, come ho scritto nell’ultimo cartello prodotto
“Rispetto per le donne è uguale a rispetto per la Vita”.

Caterina Regazzi

Album fotografico completo: https://www.facebook.com/caterina.regazzi/media_set?set=a.10211243416311682.1547250609&type=3

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...