L’Italia è indifendibile ed alla mercé di truppe NATO e di delinquenti comuni

Immagine correlata
*
Ho  letto in un articolo  la notizia  in cui si annuncia che un carabiniere, colpevole di aver sparato ad un ladro in fuga che non si era fermato all’alt è stato condannato ad un anno di carcere. Lui si era difeso dicendo che non aveva intenzione di ferire ma solo di fermare il fuggiasco ma evidentemente la sua difesa non è stata accettata.  Questo fatto evidenzia come in Italia, per una serie di ragioni, la difesa contro le aggressioni è praticamente impossibile. Non solo per questioni di malavita ma anche per fatti relativi alla difesa  del territorio.
*
Così è da quando  il servizio militare, per volere di Berlusconi, è stato abolito  ed il servizio militare  è  riservato a  forze prezzolate, semplici volontari (sia pure interni cittadini), credo però che l’onere della difesa (dico “difesa”…)  della nostra terra o dei legittimi interessi dei suoi abitanti non possa essere delegata ai “volontari” di professione.
 *
L’Italia oggi è alla mercé delle truppe “d’occupazione” della Nato e in caso di necessità non c’è più un esercito fedele al popolo. Solo “stipendiati” al servizio dei politici di turno. Tra l’altro leggevo tempo fa , facendo colazione al baretto di Treia, che esistono vari paesi in Italia completamente invasi da stranieri, immigrati clandestini, che ormai la fanno da padroni, molestano le persone per istrada, non pagano le consumazioni nei bar e nemmeno le cose comprate nei negozi e si dedicano inoltre ad azioni di malaffare… anche se per i loro bisogni essenziali sono nutriti ed albergati in vari centri di accoglienza. I sindaci non sanno come fare per impedire questi soprusi.
 *
L’Italia è destinata ad essere invasa da una massa sempre più violenta di “profughi” che vivono a spese dello stato, senza alcuna possibilità di difesa dei cittadini!?
 *
E in caso di  necessità non bastano quei tre carabinieri che dispongono di una sola camionetta per perlustrare un territorio vastissimo e popolato. Ogni sera, mi ha riferito una amica di Treia, ricevono decine di chiamate in tutta la provincia di Macerata ma cosa possono fare? La stragrande maggioranza dei furti e rapine va quindi a buon fine. Infatti coloro che negli anni passati si trasferivano in campagna per vivere meglio adesso, solo per vivere, sono costretti a tornare nei paesi dove almeno ci sono dei vicini… Spesso però anche i vicini servono a poco… Tempo fa ho saputo che -sempre a Treia- c’è stata una rapina in una casa del borgo, due malviventi sono stati sorpresi a rubare da una anziana ed irritati l’hanno accoltellata e sono fuggiti… Ovviamente senza che le forza pubblica potesse far nulla, per fortuna almeno l’ambulanza è prontamente accorsa.
 *
Insomma se in Italia ci fosse bisogno di controllare il territorio un esercito di leva potrebbe aiutare mentre quello vigente dei mercenari serve solo a combattere le guerre della Nato in varie parti del mondo (sempre a spese dei cittadini) mentre il popolo può essere oppresso e vilipeso sia dai burocrati e tassatori che dai delinquenti comuni e mafiosi (in santa alleanza).
 *
Vediamo che alla fine dell’Impero Romano, allorché i legionari erano solo professionisti perlopiù stranieri pagati, è stato sufficiente l’arrivo di una masnada di barbari per sconfiggere l’Impero… Le famose invasioni barbariche contavano a malapena poche migliaia di individui (comprese donne e bambini ed armenti) mentre Roma aveva oltre un milione e mezzo di abitanti ma quei pochi barbari determinati bastarono per annichilire e distruggere un sistema, forse marcio, forse indegno di essere mantenuto, come probabilmente sta succedendo ai giorni nostri…!
 *
Paolo D’Arpini
*
L'immagine può contenere: una o più persone e sMS
Annunci

Un pensiero su “L’Italia è indifendibile ed alla mercé di truppe NATO e di delinquenti comuni

  1. È vero!!! È ciò che penso e “sento” anch’io……………c’è un progetto dei potenti a noi ancora oscuro ma percepibile da chi osserva. Si nascondono dietro il perbuonismo che alla fine tutela chi delinque. Abbassare la guardia,tirar giù muri,lasciar entrare le masse senza controllo è stato lo stesso errore dell’Impero,la storia dovrebbe insegnare ma oggi non la si studia neanche più……….siamo in mano agli avavavava,la erre moscia acquisita per intenderci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...