Montecorone di Zocca – Incontro Collettivo Ecologista 2015 – Scaletta degli eventi del 20 e 21 giugno 2015

Ante Scriptum – Già da tempo avevamo programmato un incontro a Montecorone per cominciare ad imbastire (e possibilmente cucire) la scaletta per l’Incontro Collettivo Ecologista del 20 e 21 giugno 2015 che si terrà a Cà Lamari  (a Montecorone di Zocca) da Pietro Rossi. Pietro è una persona gentile ed accogliente ed avevamo preso accordi con lui mercoledì scorso al mercatino della Bifolca. Così sabato abbiamo aspettato l’arrivo da noi di Nelly e poi siamo partiti tutti e 3 alla volta di Via Lamari a Montecorone. Lì abbiamo trovato Pietro e dopo poco ci ha raggiunto anche Sergio, che è rimasto ad aspettarci e a preparare il fuoco nel forno per il nostro ritorno da una bellissima passeggiata fino al borgo.

Montecorone è una frazione di Zocca, un gioiellino di paese molto ben tenuto curato e con dei panorami mozzafiato. Anche la passeggiata per arrivarci è stata alquanto mozzafiato, il lungo inverno e l’assenza di Paolo, mi hanno portato una gran pigrizia, le mie passeggiate sono state sempre più brevi e vedo che il mio fisico ne ha risentito parecchio, sia dal punto di vista muscolare che del fiato. Ma si visita così raramente il bosco che ne è valsa davvero la pena. Le fioriture erano varie ed intense, fiori gialli, violetti, azzurri e bianchi a più non posso, gioia per gli occhi e per il cuore. Il Sasso di Sant’Andrea incute rispetto e la casa di Cà Lamari in distanza appare come una reggia.

E una reggia lo è davvero, Pietro la cura nei minimi particolari, che, troppo presa com’ero non mi sono soffermata a fotografare. Al ritorno infatti il forno era caldo abbastanza e così, nonostante la stanchezza (almeno la mia)  siamo subito scattati ad aiutare  per la preparazione di pizze e pizzette, per le quali il bravo Pietro aveva già preparato l’impasto. Ci ha raggiunto anche Maria, anche lei subito prestata alla preparazione del cibo.
Dopo cena, mentre io aiutavo Nelly a sgomberare la tavola e a rigovernare, Pietro e Paolo (!) buttavano giù la scaletta del prossimo incontro collettivo ecologista che riportiamo qui di seguito (Caterina Regazzi):
Incontro collettivo ecologista
Ca’ Lamari, Montecorone di Zocca (Modena)
20 giugno 2015:
 
Dal mattino accoglienza dei viaggiatori che vengono da lontano e si sistemano e fanno amicizia con il luogo ed i suoi abitanti. Pic-nic al sacco autogestito
 
Ore 16 – In una radura nel bosco, primo giro di condivisione con il bastone della parola, auto-presentazione personale e annuncio delle proposte, facilitatore Paolo
 
Ore 18 – Escursione erboristica nei dintorni alla ricerca di fiori ed erbe per la preparazione dell’acqua benedetta solstiziale, accompagnatrice Nelly
 
Ore 19.30 – Cena condivisa all’aperto con il cibo da ognuno portato e con l’integrazione di pane cotto al forno a legna, insalata rustica etc. a cura di Monica C.
 
Ore 21 – Accensione del fuoco rituale nell’aia. Canti e danza sciamanica e salto del fuoco, a cura di Pietro di Tolè
 
Ore 22 – Osservazione delle stelle, mantra e meditazione
 
21 giugno 2015:
 
Ore 9.30 – Gita a piedi nel bosco fino a raggiungere Montecorone, conduce Pietro
 
Ore 10.30 – Panoramica dalla piazza su Sasso di Sant’Andrea, e giro di condivisione con il bastone della parola attorno ad un quecia centenaria, facilitatore Sergio
 
Ore 12.30 – Ritorno a Ca’ Lamari e pranzo bioregionale a cura di Monica C.
 
Ore 15.30 – Esperimenti di ecopsicologia corporea a cura di Monica F.
 
Ore 16.30 – Giro di condivisione con il bastone della parola e presentazione del nuovo numero di “Quaderni di Vita Bioregionale 2015”, facilitatrice Caterina
 
Ore 18.30 – Conclusioni e scambio indirizzi. Per chi resta musica e danze agresti
Partecipazioni: La partecipazione al Collettivo Ecologista è libera e volontaria, la manifestazione non è coperta da polizza assicurativa. Si richiede una compartecipazione ai lavori comunitari ed il rispetto dei luoghi e delle norme di convivenza ecologista. A chi usufruisce della mensa prandiale sarà richiesto un piccolo contributo forfettario. Si potrà pernottare a Ca’ Lamari venendo muniti di sacco a pelo. Possibilità di montare la propria tenda. Per le spese generali girerà un cappello.
 
Come Raggiungere Ca’ Lamari: In treno – Da Bologna o Modena prendere il treno locale per Vignola. Da lì recarsi alla fermata autobus che si trova in centro città (tra Acquerello e Pegaso), partenza autobus per Zocca: 8.10 – 10.20 – 12.10 – 13.10 – 17.40 – 18.45. Scendere a fermata Sassi (subito dopo Rocca Malatina), poi imboccare Via Lamari e proseguire sino alla casa di Pietro.
In auto: Da bologna o da Modena andare a Vignola e da qui prendere la strada provinciale per Zocca, passando da Guiglia. Dopo Guiglia proseguire verso Zocca e superata la frazione chiamata Rocca Malatina, dopo circa 1 chilometro la strada curva a destra ma prima della curva a sinistra si vedrà il cartello che indica Via Lamari, mentre a destra si vede la traversa chiamata Via Tintoria, dirigersi con l’auto in Via Tintoria e parcheggiare dove si può e poi prendere Via Lamari a piedi. La casa di Pietro è la seconda lungo la strada a circa 400 metri dal bivio.
 
Condivisioni: Durante i due giorni dell’Incontro sarà possibile esporre e scambiare le proprie autoproduzioni artigianali ed artistiche: libri, riviste, oggetti d’uso, conserve e oli, etc.
Per info. sui programmi: Paolo D’Arpinibioregionalismo.treia@gmail.com – Cell. 333.6023090
 
Per info. logistiche: Pietro Rossi 
Tel.: 059/989639 – 340.2148222
 
Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...