Sant’Antonio Abate – 17 gennaio 2016 – Un giorno come un altro…o un giorno di amore universale?

A Treia ancora si odono, per fortuna, sotto le rupi, i qua qua delle papere, il chicchirichì di un gallo,  i grugniti di un porco, il muggito di una mucca.. qualche fattoria resiste all’assedio… Qualche animale ancora convive con l’uomo in modo abbastanza naturale, non stabulato in gabbie e box, non costretto alla catena od alle sbarre. Questa la mia esperienza durante le precedenti passeggiate compiute in onore di Sant’Antonio abate in quel di Treia.

Quest’anno celebreremo la ricorrenza del 17 gennaio, assieme a Caterina, in quel di Spilamberto, andando in perlustrazione lungo il sentiero Natura, sul fiume Panaro,  e lasciando qui e lì qualche granaglia e qualche tozzo di pan secco per gli animali selvatici… Essi ne avranno sicuramente più bisogno di quelli di fattoria…

L’escursione si svolge nelle prime ore pomeridiane,  in cui diversi animali ed uccelli  sono ancora visibili. Se qualcuno volesse accompagnarci potrà telefonare al 333.6023090.

Breve storia della tradizione di Sant’Antonio Abate.
Il santo Abate Antonio è stato preso come esempio cristiano di protezione degli animali. La festa ricorre il 17 gennaio di ogni anno e segna l’inizio del Carnevale. Spesso nei santini si vede il monaco che ha un maiale al fianco che non è però un suo amico per la vita ma solo un simbolo per ricordare la cura da lui scoperta per il “fuoco di Sant’Antonio” una malattia della cute che veniva appunta guarita usando un intruglio di grasso di maiale. Oggigiorno si è sparsa la moda in vari centri di far benedire gli animali sul sagrato della chiesa, proprio il giorno di Sant’Antonio. Massimamente si tratta però di cani, mentre pecore e maiali compaiono allo spiedo sopra i focheroni accesi la notte nelle piazze, ove la gente si raduna a gozzovigliare.

Paolo D’Arpini

Annunci

Un pensiero su “Sant’Antonio Abate – 17 gennaio 2016 – Un giorno come un altro…o un giorno di amore universale?

  1. Pingback: Tutti i discorsi per il Sant’Antonio Abate del 2016 e la fuga del gatto Romeo | Circolo Vegetariano VV.TT. Treia

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...